Cancellare l'ipoteca sulla casa.



Ecco come si fa!


Per poter richiedere la cancellazione di un ipoteca legata ad un mutuo per la casa, è necessario essere a conoscenza di qualche particolare importante e seguire ciò che è espresso nel regolamento bancario.

Qui di seguito esprimiamo alcuni punti fondamentali per poter cancellare un ipoteca sulla casa, in modo da estinguere definitivamente il rapporto con la banca.


Estinzione del mutuo


L'ipoteca sull'immobile è la garanzia che viene applicata a favore della banca nel momento stesso in cui si accende un mutuo ipotecario. Per poter cancellare l'ipoteca ovviamente dobbiamo prima estinguere il debito (mutuo) che abbiamo nei confronti della banca. Qualora si decidesse di estinguere tale debito, l'istituto di credito inizializza un processo necessario a compilare le pratiche per l'estinzione del mutuo.


Rapporti con la Banca


È bene sapere che NON bisogna assolutamente lasciare tutto al caso e mantenere i rapporti con la banca durante il processo d'estinzione è fondamentale, sia che stiate estinguendo il mutuo in anticipo sia che stiate pagando l'ultima rata.

Dobbiamo informarci e capire se la Banca ha effettuato tutte le comunicazioni necessarie e previste dalla legge sia a noi stessi che a tutti gli enti territoriali in possesso dei registri immobiliari. Questo deve accadere entro 30 giorni dall'avvenuto pagamento dll'ultima rata. Tale termine deve essere rispettato anche per eventuali comunicazioni con espressa motivazione, qualora la Banca abbia qualche ragione ad impedire la cancellazione dell'ipoteca.

Ricordatevi che solo dopo tale comunicazione del COMPLETO rimborso del mutuo, si ha la definitiva certezza di aver cancellato l'ipoteca.


La banca deve tenerci informati


Dal canto suo la Banca ha l'obbligo di comunicarci tramite una "quietanza" confermando la data in cui è stato registrato con successo l'estinzine totale del mutuo.

Sembrerà strano ma questo è un passagio importante perchè ci salvaguardia da eventuali problemi futuri.


Quanto costa la cancellazione dell'ipoteca?


Non ci sono spese di alcun tipo per poter cancellare un ipoteca volontaria e non serve nemmeno più rivolgersi al notaio per ufficializzare l'avvenuta cancellazione.

Per gli altri tipi di ipoteca, legale e giudiziaria, la cancellazione ha dei costi variabili che possono anche essere importanti.


Presupposti per cancellare l'ipoteca


La cancellazione di un ipoteca implica esplicitamente alcune condizioni:


  • checkEstinzione anticipata del mutuo;
  • checkScadenza naturale del mutuo al pagamento dell'ultima rata;
  • checkRinuncia all'ipoteca da parte dell'istituto di credito;
  • checkCompleta distruzione del bene ipotecato;
  • checkEspropriazione forzata del bene ipotecato imposta del tribunale.

Cancellare i vari tipi di ipoteca


Esistono diversi tipi di ipoteca e come tale esistono diversi modi per poterla cancellare.

1. Ipoteca Volontaria: esistono 2 modi per poterla cancellare, il primo è l'estinzione del mutuo con tutte le comunicazioni sopra citate ai vari enti, il secondo è tramite atto notarile.

2. Ipoteca Giudiziaria: essendo un ipoteca disposta da un giudice, la propria cancellazione deve avvenire tramite una procedura attraverso il tribunale.


Ritardi per l'avvenuta cancellazione


La cancellazione completa di un ipoteca richiede alcuni mesi se non anni per alcuni casi specifici. Questo perchè richiede l'inclusione di alcuni aspetti burocratici.

Un buon consiglio è quello di consultare il Registro delle Comunicazioni presso l'Agenzia delle Entrate, in modo da tenere tutta la situazione sotto controllo.

CONTATTACI SOLO se hai problemi con il mutuo o hai già la Casa Pignorata!