Azienda con debiti

Questa settimana abbiamo visitato un’azienda piena di debiti.
Il proprietario, un famoso industriale della pianura padana, ci ha contattati perché soffocato da debiti di banche, fornitori e Equitalia.
La sua azienda si posiziona nel settore della ristorazione e fino a poco tempo fa lavorava anche bene.

Parliamo di un snc che è nata circa 10 anni fa.
La scalata verso il successo è stata abbastanza veloce in quanto hanno lavorato bene sia sul prodotto che sulla pubblicità di zona e i clienti non mancavano. I posti a sedere andavano esauriti in più turni durante la serata.

Questo benessere ha fatto si che i direttori della banca, con cui aveva i conti correnti, si avvicinassero e facessero delle offerte interessantissime. Interessantissime solo di facciata, perché queste persone avrebbero offerto all’imprenditore di smettere di lavorare con i suoi soldi contanti ma di aprire affidamenti e anticipi fatture, in modo da utilizzare i soldi della banca. Così facendo avrebbe avuto accesso a più liquidità e avrebbe potuto fare maggiori investimenti per poter aumentare il fatturato. Gli dissero anche: “E poi con i soldi tuoi, ti compri una casa! Pensa come sarebbe contenta la tua famiglia!!!”

D’altronde se non ci credi tu nella tua azienda…

I suoi fatturati lo hanno portato a fare il passo più lungo della gamba e ad accettare quello che le banche gli hanno offerto.
250 mila euro di affidamento può bastare?

Prima ne utilizzavi 100 per comprare materiale e pagare i dipendenti adesso con 250 mila puoi più che raddoppiare  il fatturato.
Certo, come se il debito ti aiutasse a raddoppiare il fatturato!
Prima lavorava con soldi suoi cresceva pian piano e NON aveva debiti, adesso quel grande aiuto lo sta affossando. Altro che raddoppiare il fatturato… forse per la banca!

E quindi via, più personale, più investimenti in azienda per l’acquisto di macchinari, forni e altre attrezzature che servono all’attività.

Le cose in un primo periodo vanno bene poi, come ci racconta, il marcato inizia a calare un pò e, anno dopo anno, la sua attività incomincia a soffrire della crisi e l’azienda inizia a coprirsi di debiti con fornitori, Equitalia, le rate degli affidamenti iniziano a pesare. L’azienda inizia a sfaldarsi come nella foto del post.

Come dice lui i vari ristoranti dove con 5 euro mangi portano ad affondare i ristoranti che lavorano bene.

Ci chiede anche: “Ma come fa la gente a fidarsi di mangiare in posti che costa così poco. Non si chiede cosa ci mettono dentro???
Ma come fanno a starci dentro con le spese, il personale, le tasse?”

Non entriamo in certi dibattiti altrimenti non ne usciamo più.

Certo è che il mercato è calato ma il debito con l’azienda rimane.

Ci parla di quando lavorava con soldi propri, ricorda che i sacrifici erano stati fatti per una buona causa. Non avevo una casa ma almeno l’attività l’avrei potuta gestire modificando investimenti e personale in base al mercato.
Ora capisco che se il mercato cambia e cala, il debito rimane!

Quale verità!

Fatto sta che il nostro cliente ci chiede di proteggere quella casa pagata con soldi propri e che adesso diventa succulenta per i creditori. Una bella ipoteca e via!
In più i conti correnti sui quali nel tempo qualcosa si è risparmiato.
Non dimentichiamoci che l’azienda lavora abbastanza bene ma è coperta di debiti. C’è modo di proteggerla e non farle rischiare il fallimento?
C’è anche Equitalia? Parecchie tasse non pagate perché i soldi andavano per pagare fornitori e dipendenti.

Ci chiede aiuto perché non vuole perdere tutto con un pignoramento.
Ricordatevi che la società è una SNC e i soci rispondono solidamente con il patrimonio personale… a meno che!

Si comincia con una bella analisi degli affidamenti e vediamo cosa salta fuori, poi chissà.
Intanto i nostri legali hanno già tirato fuori il coniglio bianco dal cilindro.

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *