Come un piccolo fido bancario ti porta via tutto

Non più di un mese fa abbiamo salvato una coppia di clienti della provincia di Sondrio proprio per un piccolo fido bancario. La coppia, marito e moglie che chiameremo Anna e Mario, hanno rischiato di vedersi portare via casa, e non solo, dalla banca perché con un piccolo trucchetto ha messo delle ipoteche sull’immobile.

La coppia è proprietaria di un bar-ristorante e, come tantissime attività, chiede un fido bancario di circa 30 mila euro alla propria banca. Il fido bancario serve per poter lavorare, pagare i fornitori, anticipare le tasse ecc.

Nel frattempo Anna e Mario chiedono alla banca un mutuo per ristrutturazione di 120mila euro. Il direttore di banca si rende disponibile proponendo ad Anna e Mario di svincolare 25mila euro, darli alla banca e così avrebbero avuto i loro 120mila. Anna e Mario non ci pensano 2 volte, 25mila in cambio di 120mila? Al volo!

Cosa che purtroppo non avviene, o almeno in parte. La banca prende i 25mila ma eroga solo 75mila che ovviamente non bastano per i lavori che servono.

Il direttore della filiale si mostra ancora più amichevole proponendo ad Anna e Mario di utilizzare il fido del bar e di utilizzarlo finché ne hanno bisogno. I lavori per la ristrutturazione procedono e sforano ampiamente i preventivi, tanté che il fido bancario da 30mila sale a 120mila.

A questo punto il direttore della banca blocca l’affidamento e obbliga Anna e Mario a convertire il fido bancario in fido di cassa, con rientro in 18 mesi e rate da 1200 al mese. Per chi non avesse chiaro il concetto di fido di cassa, sappia che un fido di cassa ha interessi molto più elevati rispetto a qualunque altra forma di credito, in quanto la banca non è garantita.

Come fare allora a garantirsi?

Chiaramente Anna e Mario non vivono nell’oro e faticano a pagare le rate, ne pagano una, ne pagano due e poi la crisi si fa sentire anche sulle loro spalle che pur di mandare avanti l’attività, sono costretti a tralasciare la rata del fido di cassa.

Il direttore di banca, a questo punto, diventa l’amico del cuore. Propone ad Anna e Mario un mutuo di 380mila euro includendo il mutuo di casa, il mutuo di ristrutturazione, il fido bancario che con gli interessi è salito fino a 140mila. Insieme al mutuo di 380mila euro, la banca applica anche un’ipoteca sull’immobile di 640mila circa.

Notare che l’immobile ne vale 200mila scarsi!

Cosa fare quindi? Anna e Mario hanno un debito enorme con la banca che li ha indebitati sempre di più con promesse di danaro e che alla fine ha raggiunto il suo scopo. Garantirsi il fido mettendo l’ipoteca sull’immobile.

Come abbiamo agito?

Prima di tutto con un’atto notarile abbiamo blindato l’immobile dagli attacchi della banca. Successivamente faremo le analisi dei documenti di mutuo e degli estratti conto per assicurarci che la banca abbia realmente abusato del fido, simulando un mutuo per poter mettere un’ipoteca sull’immobile.

Per chi non lo sapesse, la simulazione di mutuo è un’illecito.

Man mano che i giorni passavano la fiducia cresceva da entrambe le parti. Ora Anna e Mario sono tornati a vivere, sono tornati a dormire serenamente e a sperare in un futuro migliore per loro e la loro famiglia. Anna mi ha inviato un’email di complimenti dicendomi che Mario ha veramente ricominciato ad avere speranza per il suo futuro, ha ripreso entusiasmo e voglia di fare.

E non finisce qui!

Dopo aver proceduto con la messa in sicurezza dell’immobile andremo a fondo per cercare di scoprire altri illeciti. Mutuo simulato? Anatocismo? Sforamento del tasso di usura? Seguiteci e vi terremo aggiornati!

Il nostro impegno è salvare le persone da una fine certa, perché non è mai troppo tardi!
Contattaci adesso!

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

14 Comments

  • Renato
    3 settembre 2012 - 19:26 | Permalink

    Non c’è che dire! Questa storia non mi sorprende affatto. Nel corso degli ultimi anni, i direttori di banca si sono fatti sempre più socievoli ma infidi. Sembra che ti vengano in contro però… dopo un pò di tempo ti accorgi che qualcosa non va. Ma a quel punto è troppo tardi. Tra l’altro si può anche notare come il ricambio e la rotazione dei direttori stessi da una filiale ad un’altra sia decisamente aumentato. Per me un cambio di politica aziendale piuttosto sospetto. Se sono in gamba ed “amichevoli” perché cambiarli spesso? Mah!
    Anche perché la storia che avete raccontato voi di Debiti Zero, si sente sempre più spesso anche se, ovviamente, con sfumature che cambiano a seconda dei casi.
    Vi ho scoperti da poco tempo ma, credo che, prossimamente, potrei farvi incontrare qualche amico in difficoltà. Così.. anche a titolo puramente informativo e poi vedrete se sarà il caso di approfondire il discorso.
    Nel frattempo sono curioso di ascoltare il seguito di questa storia..fateci sapere!
    Saluti

    • William
      3 settembre 2012 - 20:32 | Permalink

      Grazie Renato. Seguici e ne sentirai delle belle.
      Per eventuali analisi per i tuoi amici, puoi contattarci compilando il form qui di fianco.

  • anna
    3 settembre 2012 - 21:16 | Permalink

    vorrei dire a tutte quelle persone che si trovano in difficoltà di non disperare perchè come è successo a me un giorno la fortuna mi ha fatto “trovare ” su internet DBT zero gli ho contattati, e dal quel giorno veramente la mia vita è cambiata, ci tengo a precisare che ci sono ancora persone ONESTE che vogliono veramente aiutarti, uno staff veramente gentile e molto preparato. Io e mio marito ci teniamo in modo particolare a ringraziare William, perchè è con lui che abbiamo cominiciato questo cammino, è sempre molto presente, disponibile ed estremamente preparato. Ripeto non esitate a contattare DBT zero vi cambieranno la vita in POSITIVO. GRAZIE WILL.
    ANNA e MARIO

    • William
      3 settembre 2012 - 21:23 | Permalink

      Grazie a voi per la fiducia.
      Il nostro lavoro è proteggerVi e lo faremo nel migliore dei modi. Come voi altre famiglie si stanno proteggendo e ritrovano il sorriso che avevano perduto.
      Buona continuazione! 🙂

  • Giorgio
    4 settembre 2012 - 12:21 | Permalink

    Gentile Cappa & Associati, mi trovo in una situazione analoga ai signori descritti nell’articolo. Per colpa di un’affidamento che la banca mi ha lasciato sforare con la promessa di farmi rientrare poco alla volta, tutto d’un tratto mi hanno chiesto i soldi indietro perché dicono che non hanno più le garanzie necessarie e io non ho la possibilità di pagare. Mi hanno proposto di fare un mutuo consolidando tutti i debiti. Possono farlo e se si, mi consigliate di farlo?

    • William
      5 settembre 2012 - 16:43 | Permalink

      Gentile Giorgio, attenzione al consolidamento dei mutui perché la banca proprio perché non ha le garanzie che necessita può metterle una bella ipoteca sulla casa. Cosa tra l’altro illecita, se fatta in un certo modo, se il mutuo viene fatto esclusivamente per sanare una posizione debitoria senza fine di acquisto immobile. Prima di chiudere uno o più debiti, aprendone uno nuovo io ci penserei 10 volte.
      Possiamo parlarne privatamente. Ci contatti pure.
      Cordiali saluti.

  • FRANCESCA PIZZINO
    3 luglio 2013 - 10:08 | Permalink

    SALVE IO SONO UNA RAGAZZA DI 29 ANNI AVEVO APERTO UN ATTIVITÀ MA HO DOVUTO CHIUDERE PER LA CRISI HO UN PÒ DI PROBLEMI DA RISOLVERE PARTIAMO DAL FATTO CHE ORA LAVORO MA SENZA ASSUNZINE E PERCEPISCO 400 EURO AL MESE DOPO LA CHIUSURA SONO RIMASTA IENA DI DEBITI HO ACQUISTATO LA CASA CON IL MIO COMPAGNO CON UN MUTUO IPOTECARIO FINO AL 2034 IL MIO COMPAGNO RIESCE A PAGARE IL MUTUO REGOLARE MA IO HO TANTI DEBITI E NON SO SE PER COLPA MIA SI POSSONO AVVELERE SULLA CASA, I MIEI DEBITI SONO UNA FINANZIARIA AGOS DI 388 EURO AL MESE CHE PAGO PERCHÈ C È DA GARANTE IL MIO PAPÀ E NON LO VOGLIO ROVINARE,CHE FINIRÒ DI PAGRE GIUGNO 2016. NON RIESCO A FAR FRONTE AI DEBITI EQUITALIA CHE AVEVO RATEIZZATO MA IL MIO COMMERCIALISTA MI HA DETTO CHE PER IL MOMENTO VEDO DI RIUSCIRE A PAGARE LA FINANZIARIA E POI CHIEDIAMO UNA NUOVA RATEIZZAZIONE PERÒ IL MIO PROBLEMA SONO I FIDI BANCARI UNO DI 5000 MILA EURO E 1 DI 10000 MILA EURO DEI QUALI NON MI OGLIONO FARE UN PIANO DI RIENTRO PERCHÈ VOGLIONO DELLE GARANZIE O UNA BUSTA PAGA O UN IPOTECA SU UN IMMOBILE CHE COSA MI POSSONO FARE SULLA CASA VI PREGO AIUTATEMI NON SO COME FARE GRAZIE NON RIESCO PIÙ A DORMIRE NE NOTTE NE GIORNO TUTTI I I MIEI SOGNI SOGNI SONO SVANITI ULLA CASA SI PÙÒ AVVELERE QUALCUNO IL IO AVVOCATO DICE CHE FIN QUANTO C È IL MUTUO IPOTECARIO BASTA CHE SI PAGA IL MUTUO NON PUÒ SUCCEDERE NIENTE È VERO?

    • 3 luglio 2013 - 10:38 | Permalink

      Debiti con le banche, equitalia, finanziarie e fornitori si possono rivalere sulla sua metà di casa. Anche se c’è il mutuo. Non sempre è conveniente per loro, ma lo fanno comunque (se no chiunque avesse un mutuo, smetterebbe di pagare il resto).
      Il problema è che se arriva un pignoramento, la banca del mutuo, per tutelare la sua garanzia, può revocare il mutuo, mandando quindi all’asta l’intero. Legga le clausole di risoluzione nel contratto di mutuo che ha firmato e vedrà che è così.
      Sconsiglio di mettere un’ipoteca per rientrare dei fidi, se non è sicura al 200% di poterli onorare.
      Se vuole ci contatti dal form a lato. Analizzeremo gratuitamente la situazione nel dettaglio e vediamo se c’è qualche via d’uscita

  • antonio
    21 novembre 2013 - 23:41 | Permalink

    Ciao,3 anni fa causa perdita di lavoro ho smesso di pagare le varie rate di finanziamenti che avevo acceso,l’unica cosa che pagavo era il mutuo ristrutturazione cointestato con mia suocera con ipoteca sulla sua casa. oltre al mutuo avevo anche un fido di 6.000,un bel giorno il direttore della mia banca mi dice che dovevo restituire carta e blocchetto assegni e che dovevo rientrare nel fido immediatamente xkè aveva una segnalazione di una mia sofferenza con altre finanziarie. io chiaramente non avevo la poss di rientrare e decisi di pagare solo il mutuo e smisi di m ovimentare il mio conto anche xkè gli iteressi di massimo scoperto si mangiavano i miei piccoli versamenti sul conto. oggi un funzionario dell’ufficio legale mi ha detto che se non rientro nel fido mi revoca anche il mutuo che io pago regolarmente. POSSONO FARLO???

    • 23 novembre 2013 - 11:52 | Permalink

      Gentile Antonio,
      la banca non può revocare un contratto rispettato solo perché si hanno insofferenze da altre parti.
      La banca può solo revocare il mutuo se ci sono azioni d’esecuzioni in corso e quindi tutela la sua garanzia, in quanto sarà poi lei ad intervenire nella procedura e prendere i soldi dall’asta.
      Probabilmente, non avendo garanzie sugli altri debiti, cerca una sorta di minaccia per poterla spaventare.
      Ha per caso dei protesti?

  • antonio
    22 novembre 2013 - 00:00 | Permalink

    preciso che il mutuo in questione fu fatto x allargare la casa di mia suocera dove io vivo ma non sono proprietario.

  • antonio
    23 novembre 2013 - 13:20 | Permalink

    infatti avevo capito che era una minaccia ma volevo conferma da chi ne sa + di me,cmq non ho protesti le varie finanziarie mi hanno fatto ingiunzione ma non avendo proprietà mi sento tranquillo. grazie x la vostra risposta

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *