Evitare il Pignoramento, o l’Asta, con il Saldo e Stralcio

Saldo e Stralcio come Soluzione al Debito, al Pignoramento o evitare l’Asta Giudiziaria. Alcuni ragionamenti su come prendere la decisione giusta e scegliere la strada migliore, e con maggiori benefici per risparmiare soldi.

Il pignoramento immobiliare è una grana per il debitore così come per il creditore. Non credere che sia cosa facile per una banca pignorare una casa e venderla all’asta, o meglio… E’ facile per loro pignorare casa, ma venderla ad un prezzo utile per estinguere il debito, è quasi impossibile.

Ti dico già che il pignoramento della tua casa si concluderà con una vendita all’asta a basso prezzo e, oltre al fatto di perdere la casa, con i soldi che verranno raccolti dal vincitore dell’asta, non riuscirai ad estinguere il debito nei confronti di qualsiasi creditore.

Non sono un veggente, so come funzionano le cose in fatto di pignoramento e vendita all’asta.

Quindi cosa hai risolto facendo il testone e pensando che nessuno mai avrebbe mai mandato via di casa te e la tua famiglia?
Nulla, hai peggiorato le cose, anche se avevi buona fede in quello che pensavi… Ti capisco benissimo.

Se non sai come funzionano le aste, cercherò di spiegartelo in poche parole.

Ogni volta che la tua casa non viene venduta, oltre ad accrescere di spese legali, che verranno poi aggiunte al debito che hai, il prezzo base d’asta si abbassa del venticinque percento.

Capisci bene che un immobile di centocinquanta mila euro di valore, se non viene battuta la vendita nei prossimi tre/quattro esperimenti d’asta, il suo valore cade ad un prezzo tra i sessanta e i settanta mila euro.

Ti posto uno schemino in modo che tu capisca che la matematica non è un’opinione,

La cosa migliore che ti puoi augurare è che qualcuno compri la tua casa all’asta ad un prezzo tale che il debito venga estinto completamente, altrimenti rimarrai debitore fino a quando non ti sarai tolto la rogna del debito.

Possono passare anche decenni, lo sapevi?

E quindi come si può fare ad uscire dai debiti con i creditori?

Se devi dare soldi a qualcuno, devi essere in grado di poter dare il meno possibile e chiudere il debito definitivamente. Non è affatto un gioco, ne per te, ne per l’avvocato che ti sta seguendo che per la maggior parte delle volte, fa il gioco della banca.

Un saldo e stralcio è la sola via d’uscita per poter chiudere definitivamente il debito, qualora il creditore sia aperto ad una trattativa.

Ci sono metodi efficaci per forzare un creditore ad accettare un saldo e stralcio dei debiti, anche se questo è convinto di poter prendere tutto il possibile, privato o banca che sia. Ti ricordo che NON è possibile stralciare con Equitalia. Il massimo che puoi fare è di non pagare gli interessi, pagando il tutto in un’unica soluzione.

Certo è che devi avere i soldi, altrimenti puoi dire addio ai tuoi buoni propositi.

Anche avere debiti con il condominio è cosa ardua, perché hai a che fare con una serie di persone che non hanno minimamente idea di cosa voglia dire procedere con un’esecuzione forzata.

Sai come risparmiare soldi chiudendo un debito con il saldo e stralcio?

Quando hai bisogno di soldi, la banca vede che sei disperato e spesso ti propone un mutuo consolidamento debiti per avere liquidità e chiudere i debiti.

Questo può avvenire quando la banca stessa non ha abbastanza garanzie per potersi assicurare il rientro del credito e con una serie di minacce o menzogne, ti forza a porre una firma.

Ti garantisco che in quel momento hai perso tutto.

In primis per l’iscrizione d’ipoteca da parte della banca che si garantisce in tutti i modi (articolo codice civile 2808), secondo, perché in quel contratto’, viene inoltre inclusa la clausola di accettazione del debito e anche se avevi qualche possibilità di bloccare la banca e passare dalla parte della ragione per via dell’usura, adesso ti ritrovi in una situazione scomoda e pericolosa.

Prova adesso a non pagare le rate del mutuo. Altro che minacce, si prendono tutto immediatamente senza nemmeno scomodarsi a farti una telefonata.

I prestiti personali non sono una soluzione al debito.

Per chiudere tutti i debiti definitivamente devi muoverti da furbo. Devi avere il coltello dalla parte del manico se la vuoi scampare dai creditori.

Se vuoi pagare i debiti, devi farlo nel modo migliore e più conveniente per te.
Quando hai tutte le carte a posto, allora puoi chiudere definitivamente i debiti con molto meno, rispetto al debito iniziale.

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

21 Comments

  • giuseppe martinelli
    23 marzo 2015 - 17:12 | Permalink

    l’ultima riunione di condominio autorizza l’amministratore a procedere al pignoramento della mia casa, non avendo io risposto al decreto ingiuntivo,che non ho mai ricevuto perche’ vivo quasi tutto l’anno fuori d’italia, e nella casa suddetta vive mio figlio. ho proposto all’amministratore il pagamento di una rata mensile di 500 euro per evitare la procedura esecuiva. pero’ non ottengo risposta. il mio debito con il condominio per quote condominali non pagate, credo superi i 30000 euro. che posso fare? grazie

    • 23 marzo 2015 - 17:40 | Permalink

      Gentile Giuseppe,
      purtroppo l’unica via d’uscita è pagare il debito altrimenti le vendono la casa all’asta per poco o niente.

      C’è anche il mutuo della banca?

  • Giuseppe
    10 giugno 2015 - 06:35 | Permalink

    Buongiorno,
    ho la casa all’asta e la banca mi ha proposto un saldo a stralcio da 30.000 euro. La casa resterebbe mia e la procedura si interrompe? I costi delle aste che sono andate a vuoto a chi restano in carico?
    grazie

    • 11 giugno 2015 - 14:38 | Permalink

      Buongiorno Giuseppe,
      se la banca ha offerto un saldo a stralcio e ha la possibilità di chiudere i debiti, lo faccia pure.

  • Federico
    16 novembre 2015 - 12:34 | Permalink

    Salve ho un debito con il condominio di 7000 euro con atto di precetto più spese,posso chiedere uno stralcio?
    In che modo?Premetto che c’è un mutuo a cui sto aspettando risposta x una richiesta avanzata da me stesso x uno stralcio.

    • 16 novembre 2015 - 13:17 | Permalink

      Gentile Federico,
      può provare a vedere se il condominio accetta una riduzione di incasso a chiusura del debito.
      Faccia una lettera all’amministratore da presentare in riunione.

  • Federico
    16 novembre 2015 - 15:09 | Permalink

    Già fatto.
    Rifiutata
    Secondo lei invece in banca potrebbero accettare?
    Ho un residuo di 110 è ho chiesto 55 di stralcio.

    • 16 novembre 2015 - 15:27 | Permalink

      Le proposte di Saldo a Stralcio devono essere effettuate con i giusti crismi e dando motivazioni importanti che diversamente potrebbero essere negative per chi rifiuta lo stralcio.

      E’ difficile dire a priori quanto un creditore possa accettare. Dipende da diverse variabili che bisogna valutare.

  • Federico
    16 novembre 2015 - 15:33 | Permalink

    Quindi mi tocca pagare tutto il debito con il condominio.?
    Ho fatto una richiesta di dilazione anche questa rifiutata

    • 16 novembre 2015 - 18:28 | Permalink

      Gentile Federico,
      il debito del condominio è stato pagato anche dagli altri condomini.
      Perché lei dovrebbe pagare meno degli altri ottenendno pari servizi?

      Parli con l’amministratore per rateizzare il debito. E’ meglio.

  • Zair
    18 febbraio 2016 - 21:40 | Permalink

    Salve . Il negozio di mio padre ha il debito con una ditta di circa 1000 euro. Purtroppo vista la crisi non si è potuto adempiere all accordo. Stasera e venuta un ufficiale giudiziario ma mio padre non era presente perché sta male fisicamente domani mi faccio riferire . Cisa possono pignorare al negozio? Visto che la donna non è alta? O mi potrei accordare con un saldo e straccio? Grazie mille anticipatamente.

    • 19 febbraio 2016 - 10:21 | Permalink

      Gentile Zair,
      certo che è meglio pagare il debito che perdere il negozio.

      Cerchi un modo per ripagarlo.

  • Zair
    18 febbraio 2016 - 21:41 | Permalink

    Scusate gli errori. Visto che il debito non è alto.

  • Luca Liguori
    24 maggio 2016 - 09:28 | Permalink

    buongiorno a tutti volevo un vostro consiglio o meglio una vostra soluzione da premettere che sono un po diffidente io sono comproprietario di un immobile a roma con un altro ragazzo ma per varie difficolta non stiamo pagando più le rate del mutuo già da un pò e ovviamente la banca stà facendo pressione.Abbiamo deciso quindi di mettere la casa in vendita ma purtroppo il prezzo di mercato non va a coprire il mutuo cioè stiamo parlando di 115.000 € come possiamo uscire da questa situazione illesi e senza essere perseguitati per i prossimi 30 anni?

    • 27 maggio 2016 - 10:24 | Permalink

      Gentile Luca,
      infatti andrebbe iniziata una trattativa a saldo e stralcio con la banca per permettere di vendere a meno e velocizzare i tempi di vendita.

  • Massimiliano
    19 settembre 2016 - 14:43 | Permalink

    Banca ha concesso mutuo fondiario a società Alfa iscrivendo ipoteca su immobile di Tizio e Caio, terzi garanti, indicando nel contratto che Tizio e Caio sono mutuatario e la società Alfa è garante, mentre nei fatti la società è mutuatario e i due coniugi sono garanti.
    Società non vuole più estinguere, pertanto la banca sta per ipotecare immobile dei garanti.
    Se i garanti estinguono il debito come fanno ad ottenere azione di regresso contro la società, comparendo come mutuatari nel contratto???

  • Matteo Giambiasi
    27 maggio 2017 - 16:27 | Permalink

    Il condominio ha proceduto esecutivamente nei miei confronti per il ritardato pagamento delle spese straordinarie che poi ho saldato, ma non ha rinunciato alla messa all’asta del mio ufficio perché devo pagare le spese legali, nel frattempo si è insinuata la banca alla quale non ho pagato le rate del mutuo, sull’immobile esiste anche ipoteca legale di equitalia per la quale ho in corso una rateizzazione. Premetto che voglio saldare a breve le spese del condominio prima della data della prima asta, il valore del bene è stimato la metà del debito che ho ancora con la banca, secondo voi potrei proporre alla banca stessa una dilazione evitando l’asta e avendo così la possibilità di continuare a lavorare oppure la banca preferirà andare all’asta? Grazie se vorrete rispondere. Matteo

    • 12 giugno 2017 - 18:04 | Permalink

      Gentile Matteo,
      anche pagando il condominio, diventa difficile gestire la banca.

      Se la banca è intervenuta c’è da verificare che non abbia revocato il mutuo.

      Se lo ha fatto, il debito non è più delle sole rate scadute, ma totale.

  • Ettore
    8 ottobre 2017 - 12:17 | Permalink

    Una sentenza di primo grado di fine aprile 2017 mi condanna a risarcire la banca per circa 80 mila euro, che non possiedo. Vorrei proporre un saldo e stralcio per poter evitare il pignoramento del quinto dello stipendio. Ci vorrebbero più di 30 anni per la banca per recuperare la somma, io ho 47 anni. Ho qualche possibilità per proporre un saldo almeno al 50%? Grazie

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *