Immobile pignorato si può vendere?

Ecco perché si può vendere un immobile pignorato, in 30 giorni, anche quando l’agente immobiliare ti dice che non puoi farlo o sbaglia la valutazione

Prima di andare a dar retta a voci senza fondamenta o a chi ti dice che la casa pignorata non si può vendere perché ha dei vincoli dal tribunale che la bloccano, ti invito a leggere questo articolo dettagliato prima di tirare somme azzardate.

Prima di tutto ti spiego brevemente cos’è un pignoramento immobiliare.

E’ un vincolo messo dal giudice sulla casa che impedisce al debitore di sbarazzarsi dell’immobile senza pagare i creditori. 

In tecnichese si dice “alienare” ma noi usiamo un termine facile da capire.

Diciamo “far sparire” la casa da sotto il naso del creditore vendendola.

Lo so che detta così sembra che una casa pignorata non la si possa vendere, ma ti spiego dove sta l’inghippo.

Di fatto il pignoramento sulla casa NON toglie la proprietà del bene, che è ancora tua, e come proprietario puoi farci quello che vuoi. Anche venderla se c’è l’accordo con la banca, o altri creditori, a chiudere la procedura esecutiva e liberare l’immobile.

Nessuno ti vieta di farlo ma si deve procedere per gradi.

Capisco che è il primo gesto istintivo che salta alla mente ma non è la mossa giusta per dare scacco matto a tutti i problemi.

Ecco quali sono i 3 problemi principali a mettere la casa in vendita in agenzia immobiliare.

1. Scegliere un agente immobiliare esperto

Per vendere la casa pignorata di solito ci si affida nelle mani di un agente immobiliare che deve trovare un acquirente che mette i soldi, pagata tutti i debiti e si compra la casa.

Come detto tante volte la banca, o altri creditori, vuole i soldi per poter chiudere il pignoramento.

Per cui convertire la casa in liquidità di fatto sembra un’idea giusta. Di base lo è, e devi farlo, ma devi conoscere come fare altrimenti rischi di perdere tempo, casa e rimanere con i debiti che ti perseguitano tutta la vita.

Andare da un agente immobiliare che non conosce nulla di pignoramento, o saldo a stralcio, e dargli in affidamento l’immobile da mettere sul mercato è l’errore più grande che puoi commettere.

Di solito l’agente immobiliare è un venditore di case e pensa solo alla sua parcella.

Per lui avere una casa in più nel portafoglio da vendere è un prodotto in più da offrire alla sua clientela.

2. Il Prezzo

Devi parlare onestamente con lui e fargli capire che c’è un problema e che va risolto adesso. Digli di non pensare al prezzo più alto perché così si alza la sua provvigione, la tua vendita deve essere DIVERSA dalle altre e la trattativa con TUTTI i creditori deve essere fatta in modo attento e intelligente in modo da fare bastare tutti i soldi ricavati e chiudere tutti i debiti.

Altrimenti il tuo sforzo di provare a vendere si azzera e la tua casa viene persa all’asta.

Se hai i debiti più alti rispetto al valore dell’immobile, la soluzione NON è mettere un prezzo alto.

La soluzione è trattare i debiti con i creditori, tutti, e far accettare un prezzo giusto.

Lo sbaglio è mettere un prezzo che sia troppo alto. Rovini il mercato della tua casa.

Chi si compra la tua casa nel mercato libero a 100 se all’asta può prendersela a 40? 

Non riceverai mai nessuna offerta se il prezzo supera di molto il prezzo medio che viene esposto nei vari siti di immobiliare.

I potenziali acquirenti si rivolgono verso quelle case che hanno un prezzo più competitivo del tuo. Agli acquirenti non importa nulla se tu devi vendere perché devi liberarti di un problema. Giustamente loro guardano il loro portafogli.

Il problema è che il tempo passa e tu rimani con un immobile pignorato da vendere.

Le case all’asta possono essere vendute SOLO se si prendono accordi con i creditori e si innesca una procedura stragiudiziale per poter chiudere tutto il debito e ricominciare puliti.

Sai cosa significa stragiudiziale?

Che si può chiudere il tutto al di fuori di parti legali che fanno solo aumentare i costi ma che di fatto non sono incidenti nella casistica.

Guarda che non serve l’avvocato per fare una transazione “tra privati”. Perché alla fine si parla di questo. Metto dei soldi e se il creditore è d’accordo a chiudere, si chiude. Fine dei giochi.

L’avvocato deve solo guardare che la procedura  sia stata fatta con la giusta attenzione e nulla più.

Forse può aiutarti a fare una trattativa a saldo e stralcio, ma non può andare oltre perché non ci mette i soldi per chiudere i debiti.

L’avvocato più bravo al mondo nel saldo a stralcio arriva fino a trovare un accordo di chiusura con i creditori, dopodiché la pratica si inchioda lì. Non va più avanti perché di fatto servono i soldi. 

Ma riguardo un agente immobiliare NON esperto di pignoramento esiste anche un altro fattore.

In molti non fanno le misure prima di prendere in carico una vendita e se non gli dici tutto, mettono in vendita la tua casa senza sapere cosa grava sull’immobile.

Può mai essere un professionista qualcuno che non fa verifiche prima di fare un lavoro?

Non tutti evitano di fare controlli, ma la gran parte sì perché pensano sia un lavoro che deve fare il notaio.

Il problema è che se trovi gli acquirenti, difficile con il prezzolato, ma se ci riesci, rischi di sputtanare l’immobile perché è pignorato, tu non lo sapevi e i clienti scappano a gambe levate perché pensano che li si voleva fregare.

Massima onestà tra le parti.

Ma ecco un’altro problema nascosto che nessuno sa e che solo da poco noi abbiamo scoperto.

3. Il Doppio Gioco

Come ti dicevo prima, esiste un mercato in crescita di persone comuni che vanno alle aste per comprare bene.

E queste persone sono supportate da agenti immobiliari che li invitano ad andare alle aste e fare l’affare proprio perché per loro è una provvigione facile e veloce.

Abbiamo sentito di alcuni casi dove persone con la casa pignorata che cercavano di venderla, sono rimaste con l’immobile invenduto per diverso tempo e, l’agente immobiliare, cercando di mettere qualcosa sul tavolo per mangiare, ha chiamato alcuni suoi colleghi per capire se c’erano clienti interessati a quella casa, in modo da “venderla” senza passare dal mercato libero.

Alcuni invece fanno il doppio gioco.

Prendono immobili pignorati e poi cercano in parallelo acquirenti ma li portano poi all’asta.

Alzano il telefono e chiamano i loro clienti dicendo che bene c’è pignorato può che essere venduto e che loro lo possono comprare ad un prezzo interessante.

Chi non è interessato ad una chiamata del genere?

Quindi ti stai praticamente suicidando quando metti in vendita un immobile che sai che andrà all’asta.

Fortunatamente non tutti gli agenti immobiliari sono così, noi abbiamo la nostra rete certificata da noi che segue i clienti sotto la nostra direttiva e ha delle regole ferree dalle quali non si può muovere.

Tutto è monitorato da noi proprio per arrivare a risultato e salvarti da tutto ciò che ora ancora non conosci.

E che se continui a tenere la testa sotto la sabbia, le cose non le raddrizzi più e rischi di finire tritato dal sistema senza più avere una possibilità d rialzarti.

Poi vallo a spiegare ai tuoi figli perché non puoi più permetterti nemmeno un regalo per il compleanno perché le carte di credito te le hanno tagliate tutte e i soldi dello stipendio non bastano più. O perché gli altri bambini ritornano a scuola raccontando dei loro viaggi e delle loro vacanze, mentre i tuoi sono stati obbligati a stare a casa o al massimo andare in campagna dalla nonna.

Si chiama morte finanziaria. Guarda questo video che ti spiega meglio di cosa si tratta.

Lo so che sembra esagerato, ma la conseguenza dei debiti sono le cose che non potrai più permetterti e rischi di vivere una vita di rinunce e non poterci essere quando un domani i tuoi figli ne avranno bisogno.

Mettiti una mano sul cuore e pensaci profondamente che risolvere è l’unica e l’ultima cosa che puoi fare per rimetterti in carreggiata e ritornare finalmente ad avere speranza nella vita.

E’ una cosa che devi valutare davvero bene e a fondo.

Se davvero il tuo interesse è vendere le casa pignorata per ricominciare una vita nuova come quella che sognavi prima del problema, allora devi immediatamente contattarmi perché ti posso aiutare in questo processo.

E stai certo che se mi dai retta ti libero da tutti i tuoi guai nel giro di 30 giorni.

Contatta adesso la CAPPA e Associati. Clicca qui!

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *