Impignorabilità della Prima Casa

bufala prima casa

Ecco perché, in fatto di pignoramento della casa, non devi credere a tutto quello che ti racconta l’avvocato o l’amico del bar sull’impignorabilità della prima casa. Sviluppa il tuo modo per prendere informazioni giuste. Ecco come fare…

[ Ti avverto, questo post va un po’ contro al mio solito modo di scrivere e raccontare le cose.

Diciamo che è più uno sfogo contro coloro che si intromettono tra chi ha il problema e la soluzione senza avere voce in capitolo. Spesso con teorie banali frantumabili in un minuto.

Quindi ti chiedo di non prenderlo sul personale ma di leggerlo con intelligenza e occhi attenti. ]

Partiamo con un ragionamento semplice.

Qual è il modo più semplice per entrare in confusione quando inizi ad avere problemi a pagare il mutuo della casa o ricevi l’atto di pignoramento?

Andare a chiedere opinioni in giro a persone che non sanno niente in merito.

Non giudico il fatto. Capisco perfettamente che è facile cadere nell’errore di rivolgersi a qualcuno e chiedere un consiglio quando si cerca una risposta, ma non è detto che la persona interpellata sia in grado di dare una propria risposta, seria ed esaustiva in merito all’argomento.

Te lo dico perché sentiamo centinaia di persone confuse che non riescono più a capire cosa è giusto e cosa è sbagliato.

  • Mi hanno detto questo…
  • Ho sentito da quello…
  • Ho letto sul giornale…
  • L’avvocato mi ha detto…

ecc.

Il modo giusto per confondersi le idee è proprio questo.

Fare domande giuste alle persone sbagliate e sentirsi rispondere cose che non stanno né in cielo né in terra. Ti ritrovi a remare controcorrente.

Lo sforzo nel riordinare i pezzi delle idee diventa insostenibile.

Opinione personaleAnche a me succede spesso, di chiedere un’opinione ad un amico riguardo qualcosa. E come al solito ricevo un secco “Secondo me”.

La trappola è proprio questa. Seguimi.

Quando un amico ti risponde con “Secondo me” non ti sta rispondendo con certezza ma solamente in un modo soggettivo. Come la sa lui. Magari non te lo dice ma è messo peggio di te.

Da wikipedia: Il termine opinione genericamente esprime la convinzione che una o più persone si formano nei confronti di specifici fatti in ASSENZA DI PRECISI elementi di certezza assoluta per stabilirne la sicura verità. Controlla tu stesso, clicca qui.

Mi trovo spesso a combattere contro tutti questi fenomeni dal “Secondo me” facile. Sono di veri e propri nemici. Dovrebbero zittirsi e rispondere nell’unico modo giusto:

Guarda, non ne capisco molto. Potresti rivolgerti a… che so che è molto preparato sull’argomento.

Invece no.

L’ego è troppo forte.

Ognuno deve dire la sua.

E mi incavolo perché poi le persone come te che sono serie a risolvere una brutta situazione, si trovano in piena confusione rischiando davvero di fare una brutta fine.

E quelle persone tanto esperte dove sono finite?

redCosa ti risponderanno quando un giorno ti troverai faccia a faccia con il problema e senza più il tempo per attuare la soluzione che quelle persone ti hanno fatto declinare?

redQuando avrai perso la casa per pochi euro e sarai comunque pieno di debiti con la reputazione rovinata, a chi potrai dire grazie?

E non capita solo con le persone “comuni”.

Fosse anche un professionista, avvocato che non ha idea di cos’è un pignoramento.

Fa strano se un avvocato non sa come comportarsi per evitare una procedura esecutiva?

Per niente se non è esperto del settore.

  • Un po’ come nella medicina. Non puoi affidare un’operazione a cuore aperto ad un dietologo perché la sua specializzazione è un’altra anche se è uscito dall’università di medicina.

Così è la giurisprudenza. Ogni legale prende una direzione diversa.

Come ho detto molte volte, alcuni professionisti pensano più alla loro parcella che al tuo problema.

Se permetti è arrivato il momento di dire basta una volta per tutte a tutto questo vociare e mettere nero su bianco ciò che conta davvero. I fatti.

Dire basta a coloro che si permettono di dire la loro opinione a gratis e senza fondamento cu un argomento sensibile come l’impignorabilità della prima casa.

Da una parte li capisco perché possono essere anche persone vicine e lo fanno in fin di bene. Se vuoi bene ad una persona cerchi sempre di consigliarla al meglio.

Un conto è sentenziare una propria opinione data come oro colato.

Ma un conto è consigliare di rivolgersi a chi ne sa.

E questa opinione senza sostanza può diventare un nemico nascosto. Un lupo travestito da agnello.

Adesso però, ti spiego come funziona per evitarti di fare la figura dell’allocco

Ti svelo perché tutto quello che hai letto e sentito in giro a riguardo il pignoramento della casa è falso.

Esistono 3 concetti che devi marchiare a fuoco nella tua mente.

1. La prima casa è pignorabile

2. Puoi essere sbattuto fuori da casa una volta che è stata venduta all’asta. Anche con bimbi piccoli

3. I debiti rimangono e ti seguono. Vita natural durante.

Vado a spiegare.

1. La prima casa è pignorabile. Perché?

Perché è un bene che può essere convertito in denaro, attraverso la vendita all’asta, per ripagare un debito.

Molti cadono nella trappola del “Nessuno mi può pignorare la casa perché c’è l’ipoteca della banca”.

Mettiamo da parte la banca che ha un diritto forte sul tuo immobile.

Ogni altra figura può aggredire il bene per cercare di recuperare denaro.

In molti casi, i più frequenti, è il condominio per rientrare delle spese condominiali arretrate e non pagate.

Anche la finanziaria ha la possibilità di pignorare la casa in cui abiti.

In alcuni casi ci sono cause di separazione per alimenti non pagati.

Un vicino al quale hai fatto cadere le foglie nel suo giardino.

Un incidente.

Per Equitalia le cose sono diverse. Puoi leggere questo articolo.

E’ la legge che lo permette. Giusto o sbagliato che sia. Ma devi esserne cosciente per poterti muovere in modo intelligente. Osservare i fatti, non le opinioni.

2. Nessuno mi può fare uscire di casa con bambini piccoli,o invalidi. E’ vero?

Falso.

Per strada con bambiniLa vendita della casa all’asta fa passare la proprietà da te a un altro individuo.

E’ quindi un esproprio, non uno sfratto.

Se leggi in giro che gli sfratti hanno tempi lunghi proprio perché ci sono bambini piccoli, hanno a che fare con le locazioni, affitti, non espropri.

Guarda questo articolo di giornale.

Ecco cosa dice l’Art. 608 Codice di Procedura Civile.

L’esecuzione inizia con la notifica dell’avviso con il quale l’ufficiale giudiziario comunica almeno dieci giorni prima alla parte, che è tenuta a rilasciare l’immobile, il giorno e l’ora in cui procederà. Nel giorno e nell’ora stabiliti, l’ufficiale giudiziario, munito del titolo esecutivo e del precetto, si reca sul luogo dell’esecuzione e, facendo uso, quando occorre, dei poteri a lui consentiti dall’articolo 513, immette la parte istante o una persona da lei designata nel possesso dell’immobile, del quale le consegna le chiavi, ingiungendo agli eventuali detentori di riconoscere il nuovo possessore.

E inoltre l’Art. 513 Codice di Procedura Civile citato sopra dice:

Quando è necessario aprire porte, ripostigli o recipienti, vincere la resistenza opposta dal debitore o da terzi, oppure allontanare persone che disturbano l’esecuzione del pignoramento, l’ufficiale giudiziario provvede secondo le circostanze, richiedendo, quando occorre, l’assistenza della forza pubblica.

Quindi occhio a quello che senti in giro. Io ti dimostro con fatti veri. Ti metto davanti agli occhi quello che dice la legge.

Ci sono diversi articoli in giro in internet che ti possono confermare quello che scrivo.

3. Quando una casa viene venduta all’asta, i debiti si azzerano oppure no?

Assolutamente no.

Il residuo che non si riesce a recuperare durante la vendita all’asta rimane a carico tuo ed eventuali garanti.

Nessun creditore mollerà il colpo dopo aver anticipato soldi per la procedura esecutiva ed aspettato così lungo tempo per recuperare soldi.

Se c’è una rimanenza, il creditore cercherà in ogni modo di poterla recuperare. In qualsiasi modo.

Stipendi, pensioni, altri immobili di garanti, ecc.

  • Molte persone con le quali parlo sento proprio l’amarezza nelle loro parole quando mi descrivono il dispiacere di dire NO ai loro figli, anche per le cose più banali, perché devono mettere mano al portafoglio per pagare i debiti. Niente vacanze, niente pizza con gli amici.

Una vita ridotta alla rinuncia.

Ne vale davvero la pena?

Ecco perché mi schiero contro certe persone perché so a cosa puoi ambire e liberarti del debito una volta per tutte.

greenVuoi mettere come ci si sente a non dover più abbassare lo sguardo con le persone che annusano qualcosa su di te? Come sarebbe la tua vita se potessi davvero sbarazzarti di tutto questo.

Pensaci bene.

Dal canto mio io ti posso invitare a contattarmi e a scaricare dei materiali gratuiti che possono aiutarti a capire meglio e a schiarirti un po’ le idee e capire l’impignorabilità della prima casa. Oppure i video su youtube.

Sono William Cappa della “CAPPA & Associati”, i Professionisti dello Spignoramento. Contattami e richiedi la Guida del Sistema Collaudato “Basta Debito” >>> clicca qui <<<.

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *