Revoca del fido bancario

Sai perché la banca chiede la revoca del fido bancario?

Il fido bancario è una somma a garanzia offerta dalla banca anche quando manca effettivamente la somma sul conto. E’ un modo per chi ha necessità di somme di denaro ingenti di utilizzare denaro che non ha e che la banca mette a disposizione.

In che modo?

Lasciando che l’imprenditore “vada in rosso” per poi rientrare del fido nel tempo.

Praticamente un fido in conto corrente è un prestito e come tale richiede delle garanzie preventivamente discusse con la banca, certo perchè la banca deve potersi “fidare” garantendosi qualcosa. La stessa banca però può, dall’oggi al domani, revocare il fido perchè in qualche modo stanno mancando le garanzie inizialmente pattuite oppure perchè il correntista sta impiegando troppo tempo a rientrare.


Il fido bancario può essere a tempo indeterminato fino a revoca da parte della banca oppure a scadenza (tempo determinato).

La revoca del fido bancario deve avvenire con il dovuto preavviso da parte della banca dove chiede la restituzione degli importi utilizzati qualora si verifichino le condizioni di solvibilità sopra descritte.

L’affidamento bancario deve essere visto come una valvola di sfogo laddove l’imprenditore abbia necessità di utilizzare soldi che non ha ancora incassato per pagare gli stipendi, acquistare materiali, pagare fatture, tasse ecc.

Ma siamo davvero sicuri che le banche ci concedano tutto questo senza davvero chiedere nulla in cambio?
La posta in ballo è molto alta, il fido solitamente viene erogato solo quando la banca si è coperta per bene le spalle a scapito dell’imprenditore. Certo, se non credi tu per primo nella tua azienda, dovremmo crederci noi? E su questa frase le banche hanno fatto firmare a moltissimi imprenditori maree di foglii dove garantivano personalmente tutti i loro averi.

Questo perché in un futuro, più o meno breve, se l’imprenditore avesse fatto fatica a rientrare del debito, la banca avrebbe potuto revocare il fido.

Quali sono le cause perché la banca possa revocare un fido bancario?
Ne esistono diverse, ci sono tantissime variabili.
Per esempio, se una cambiale o un assegno vengono protestati, la banca può chiedere la revoca.
Altro esempio, tasse non pagate, un mutuo in sofferenza, una segnalazione in banche dati (CRiF).
Mancanza di garanzie dovuto ad una perdita di valore sui titoli messi a garanzia dovuto all’andamento del mercato.

Ma la banca può revocarmi un fido bancario senza preavviso?
Dobbiamo dividere il concetto di “può farlo” dal “lo fa punto e basta”.
Teoricamente non potrebbe, però molte banche lo fanno.

Ma se la banca mi revoca il fido e rischio il pignoramento o il fallimento, si può fare qualcosa?
Puoi fare più che qualcosa.
Prima che la banca agisca e ti mandi tutto all’asta, puoi intervenire e metterti in protezione il patrimonio, non solo, puoi anche evitare il fallimento, contattaci per sapere come fare!

Si può avere la certezza che la banca non abbia fatto la furba?
Dando un occhiata agli scalari e agli estratti conto, siamo in grado di vedere se la banca ha applicato Anatocismo o Usura sul tuo affidamento. Nel caso ci fossero, di solito ci sono, possiamo intervenire e richiedere il mal tolto.

Non ci credi?

Prova!

Compila il modulo qui sotto per poter essere richiamato.

*Inserisci il Tuo Nome e la tua email, accetta le condizioni di Privacy e clicca sul bottone "Invia"


Privacy *

18 Comments

  • Alberto
    1 agosto 2012 - 07:35 | Permalink

    Buongiorno, vorrei conoscere meglio il vostro servizio. Mi hanno appena revocato un affidamento per anticipo fatture perché non riuscivo più a rientrare. ovvio che questo mi ha messo in difficoltà, e non poco, con i fornitori. potete aiutarmi a recuperare il fido?

  • William
    1 agosto 2012 - 08:39 | Permalink

    Ciao Alberto.
    Ci dispiace sentirti in questa situazione. noi non ci occupiamo di recuperare, in qualche modo, il fido dalla banca ma ci occupiamo di analizzare gli scalari trimestrali per vedere se la banca ha rispettato i suoi obblighi oppure ha fatto la furbetta applicando interessi ingiusti. Dopodichè procediamo con il recupero del maltolto.

  • Luca M.
    1 agosto 2012 - 09:40 | Permalink

    Ciao, complimenti per il blog e per l’articolo.
    Anche io mi trovo nella stessa situazione di Alberto, solo che vorrei conoscere i dettagli del vostro intervento e quanto mi costa.

    • William
      1 agosto 2012 - 09:57 | Permalink

      Ciao Luca.
      Noi interveniamo immediatamente nel momento in cui ci vengono consegnati gli scalari. ovviamente in prima battuta, tutta l’analisi degli scalari è gratuita e solo quando avremo i resoconti ci potremo concordare per il prezzo. Sappi solo che ci sono dei costi fissi per asseverare le perizie e si sosterranno solo dopo che avrai deciso se proseguire o meno.

      • Luca M.
        1 agosto 2012 - 10:22 | Permalink

        Ok grazie mille, vi posso contattare direttamente tramite il form del blog o ci sono altri modi?

        • William
          1 agosto 2012 - 11:44 | Permalink

          Puoi utilizzare il form e ti contattiamo il prima possibile. Grazie

  • Nicola Lecce
    4 agosto 2012 - 21:53 | Permalink

    Buongiorno, mi è stato appena revocato il fido bancario perché ero in ritardo nei rientri. Sto liquidando la mia società perché non ce la faccio più a sostenere tutte le spese, tasse e banca. E’ possibile intervenire e vedere se la banca ha fatto la furbetta con me? Sono stanco di dover sempre pagare anche quando non è necessario.

    Grazie!

    • William
      5 agosto 2012 - 09:21 | Permalink

      Caro Nicola, ci dispiace sentirti in questa situazione. Non sei l’unico ad avere problemi di questo tipo in questo periodo e di imprenditori che mettono in liquidazione la propria azienda ne incontriamo diversi, tutti i giorni. Possiamo dare un occhiata agli scalari e vedere se la banca ha fatto la “furbetta”, come dici tu. mandaci i dettagli personali dal form qui a destra e ti ricontatteremo presto.

  • Mariano
    13 agosto 2012 - 21:25 | Permalink

    Come può una banca revocare un fido dall’oggi al domani? Se un’imprenditore paga regolarmente è possibile che la banca revochi il fido?

    • William
      14 agosto 2012 - 09:50 | Permalink

      Caro Mariano, la banca può revocare un fido nel momento in cui le garanzie vanno a mancare e può farlo in qualsiasi momento anche se tu sei stato regolare nei pagamenti. Ti faccio un esempio. Se la banca ti ha chiesto delle garanzie personali per darti un affidamento, nell’eventualità che un altro creditore avanzi il pignoramento, la banca interviene nella procedura come creditore prioritario avendo l’ipoteca sull’immobile o garanzie del genere. Richiedendoti il rientro per l’intero importo, se tu non hai i soldi, la banca è autorizzata a muoversi contro di te.

  • Gian Marco
    14 agosto 2012 - 15:19 | Permalink

    Le banche revocano fidi continuamente perchè dicono che le garanzie vanno a mancare e così si gettano a capofitto sul patrimonio di chi ha garantito.

    • William
      14 agosto 2012 - 16:21 | Permalink

      Caro Gian Marco non è proprio così. Vero è che le banche non ci mettono né uno né due a revocare un fido. Comunque si, il garante viene messo con le spalle al muro.

  • Alberto S.
    26 agosto 2012 - 18:07 | Permalink

    Buongiorno avrei una domanda.
    Se la banca mi revoca il fido perché manca di garanzie, ma io ho firmato delle fidejussioni con garanzie personali, la banca può intervenire anche sul patrimonio? Se è la stessa banca a revocarmi il fido come può attaccarmi anche sul personale? Cioè mi revoca una cosa chiedendomi di rientrare sapendo che si può prendere tutto? Mi sembra strano… Non so se mi sono spiegato.

    • William
      27 agosto 2012 - 14:10 | Permalink

      Gentile Alberto, la banca può richiedere la revoca del fido in qualunque momento qualora le garanzie vengano a mancare. Lo fa perché sa di essere coperta dalle varie fidejussioni, altrimenti che convenienza avrebbe? Se avesse ulteriori domande ci contatti tranquillamente.
      Grazie.

  • Valeriu
    17 febbraio 2015 - 20:46 | Permalink

    salve sono Valeriu,Ho un mutuo per la casa di 25 anni, intestato a me e alla mia moglie,da 2004,ora ho i problemi.non pago da due ani.volevo diminuire la rata mensile,pagavo 623 euro,rata fissa.se era al meno 400 potrei andare avanti.come poso contattarvi?Grazie.

  • sebastiano
    18 novembre 2015 - 17:22 | Permalink

    scusate, ma se la banca con cui attualmente ho un fido di 2500 euro, al momento che rientra di questi soldi, puo’ revocarmi il fido……..questo fido mi serve per vivere , non vorrei che al momento del rientro mi blocchi tutto ed io non sarei più capace di fare conto a delle spese……penso che se la banca mi fa’ questo scherzo, mi troverei in serie difficolta’ arreccandomi un grosso danno……io cosa potrei fare in caso si verificasse una tale situazione…..grazie

    • 18 novembre 2015 - 17:34 | Permalink

      Gentile Sebastiano,
      il fido è appunto un credito di fiducia da dover poi restituire. non sono soldi regalati.

      La regola per ottenere il fido è sempre la stessa, essere regolari e cercare di non avere segnalazioni e protesti, altrimenti la banca può chiedere il rientro.

      So che non è facile, cerchi di pagare le rate finché può.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *