Contattaci

Ciao sono William della CAPPA & Associati

Inviaci una email a info@debitizero.com

Approfondisci meglio nel Chi Siamo se non lo hai ancora fatto.

Ci occupiamo solo di pignoramento immobiliare e lo facciamo bene!

No, a rovinarti la reputazione e la faccia per sempre.

No, a essere sfrattato con la forza senza sapere dove andare.

No, alle notti in bianco a pensare. O a vergognarti continuamente.

Unici a metterci la faccia e ad offrire la SUPER GARANZIA su quello che facciamo. Pagati alla fine MA NON DA TE!

Se hai domande da farci in diretta, puoi usufruire anche del servizio CHAT qui sotto e parlare direttamente con un professionista che sa cosa dirti, sa se la tua pratica è risolvibile o meno, e senza doverti far anticipare soldi.


LEGGI CON ATTENZIONE: Per evitare di farti perdere tempo e soldi, NON METTIAMO a disposizione un centralino telefonico e farti pagare tre/quattrocento euro di inizio pratica, che nella realtà servono solamente per pagare la centralinista, la quale non ha assolutamente interesse in te e la Tua situazione, che prende due dati per poi girarli ad un consulente.

Operiamo in tutta Italia, non disperare, contattaci e vedremo di connetterti al collaboratore più vicino.

Inviaci una email a info@debitizero.com

91 Comments

  • TOMASINO LUCIO
    29 marzo 2014 - 20:27 | Permalink

    Salve,
    ho scoperto, poichè ho fatto esaminare da un legale ferrato su questo campo, di avere un mutuo usurario già tale alla stipula dell’atto.
    Questi mi dice che non essendo estinto il mutuo, la Banca eventualmente dopo azione legale procederà a restituirmi gli interessi pagati e non dovuti dal 2009, anno di stipula atto, e quindi direttamente defalcando dal capitale restante e dovuto la somma di euro 106.000.-
    La mia domanda è, la Banca potrebbe diversamente procedere risarcendomi di quanto dovuto direttamente attraverso un assegno?

    • 1 aprile 2014 - 12:39 | Permalink

      Gentile Lucio,
      prima di capire se la banca deve rimborsare, bisogna capire quanto, come e perché si è riscontrata usura.
      Credo che il suo legale, afferrato, sia in grado di rispondere alla domanda che ci ha posto.
      Diversamente, dovremmo ricontrollare il mutuo e darle una risposta più specifica al suo caso.

    • enza
      2 settembre 2016 - 18:39 | Permalink

      salve…. mio padre ha debiti con la finanziaria ,se facesse una donazione di beni immobili e mobili a noi figli ,in futuro potremmo avere problemi…….grazie.

      • 9 settembre 2016 - 14:51 | Permalink

        Gentile Enza,
        la donazione deve avere un periodo di 5 anni per consolidarsi.

        Fino a quel momento i creditori possono revocarla per sottrazione di beni per debiti.

        Con la nuova disposizione legge, entro i 12 mesi dall’atto di donazione, il creditore può pignorare senza fare la revocatoria dell’atto.

  • vincenzo
    6 febbraio 2015 - 15:12 | Permalink

    salve allora dato che io ho un attività come parrucchiere e non ho piu la forza di pagare imps e iva ma fino adesso lo sempre pagata ma non vorrei pagarla più, però c’è un fattore che io vivo con mia mamma però ho una casa in fitto con inquilini dentro intestata a me. adesso che mi sposo e vado in fitto in un’altra casa però avendo sempre la mia che prendo il fitto posso intestare la casa a mia moglie ovviamente con beni separati all’atto del matrimonio e io non pago piu imps e iva? mica possono lo stesso pignorare la casa a mia moglie? dato che sono io a non pagare niente imps e iva la mio negozio?

    • 6 febbraio 2015 - 17:01 | Permalink

      Gentile Vincenzo,
      se fosse così facile lo farebbero tutti, non crede?

      Una donazione ci mette 5 anni per consolidarsi e fino ad allora è a rischio revoca.

      Si metta d’accordo con l’ente e rateizzi.

      • Antonella
        10 maggio 2015 - 21:43 | Permalink

        Perché non le hanno consigliato un trast e blinda il suo patrimonio

        • 13 maggio 2015 - 10:21 | Permalink

          Gentile Antonella,
          i Trust non si vendono come vendere un prodotto al mercato.
          Si può anche prendere visione di consigliare un Trust ma ci sono dei però:
          – Il Trust NON è un istituto banale e non lo si può consigliare a tutti senza conoscere la situazione in DETTAGLIO
          – Il Trust, perché abbia forza NON deve essere istituito in frode ai creditori con la volontà, soprattutto espressa in un blog pubblico, di NON pagare.
          – Un Trust ha un costo importante ed è inutile consigliarlo ad una persona in difficoltà di liquidità perché NON capirebbe il senso del costo per istituirlo e passerebbe un messaggio distorto.

  • Monica
    29 maggio 2015 - 06:19 | Permalink

    Salve, i miei genitori hanno comprato casa nel 2004,ma dal 2007 a mia insaputa hanno smesso di pagare il mutuo (io sono garante), adesso la casa è pignorata e anche se si effettua una vendita non si copre il debito. In più i miei genitori hanno già pignorato un quinto dello stipendio per altre questioni , ed io convivo e sono nullatenente… Aiutatemi

  • Florin
    6 luglio 2015 - 16:54 | Permalink

    Ciao nel 2007 sono stato intrapolatto una snc ero un semplice operaio ma in atti risultavo socio il administratore che poi era il nostro capo a truffato lo stato adesso io ho un lavoro è una casa di propieta e i trovo con equitaliaa che vorrebbe 38000 euro da me,minacciando di piniorare le rate dell affitto della casa di propieta ho un inquilino che abita lì e posibile?

    • 6 luglio 2015 - 17:02 | Permalink

      Gentile Florin,
      certo che è possibile.

      Nella realtà Equitalia può pignorare presso il terzo che deve a lei dei soldi.

      E’ come se fosse un pignoramento sullo stipendio, per farle capire. Se c’è una rendita, la possono aggredire.

  • Walter
    13 luglio 2015 - 10:09 | Permalink

    Salve… io ho un piccolo negozio. A stento vado avanti con tutte le spese. Per la vicinanza ho scelto la banca Monte dei Paschi. Mi è arrivato l’estratto conto e avevo un debito di 19 euro. A distanza di pochi mesi il debito è arrivato a quasi 1000 euro. Mi hanno detto che in caso di debiti si accumulano 50 euro al giorno. Inutile dirvi che non ho questa somma e pagando finire di sicuro in fallimento. Cosa mi consigliate di fare? Mi sembra una cosa assurda. Sono come gli usurai.

    • 13 luglio 2015 - 10:52 | Permalink

      Gentile Walter,
      non so cosa rispondere.

      Purtroppo non bisogna mai lasciare insoluti, nemmeno per piccole cifre.

  • Salvatore
    28 luglio 2015 - 21:08 | Permalink

    Buongiorno:

    Aspetto con ansia la vostra risposta. Distinti Saluti SS.

  • Katia Tortorici
    31 luglio 2015 - 16:32 | Permalink

    Buongiorno, mio marito ed io siamo proprietari di.un appartamento di.cui.paghiamo.ancora il mutuo, ogni mese ci.sono.spese. condominiali da 350 euro. Purtroppo siamo.in.difficoltà economiche causa mancati e ritardi.nei pagamenti dello stipendio di mio marito. Abbiamo un arretrato di 1900€ e l’amministratore ci.ha mandato.una lettera semplice di sollecito. Se versiamo un acconto si blocca l procedura? Mio marito sta x cambure lavoro e da ottobre le.cose miglioreranno

    • 5 agosto 2015 - 10:07 | Permalink

      Gentile Katia,
      potrebbe aiutare.

      L’importante è che prendere un accordo SCRITTO con l’amministrazione condominiale.

  • Diva
    31 luglio 2015 - 17:20 | Permalink

    Ho problemi con la banca e altro per favore potete contattarmi per poter spiegare la mia situazione

  • vincenzo
    17 agosto 2015 - 18:01 | Permalink

    Mia moglie e’ socia al 50% di una snc ristorante
    Ora tale attività non rende e vorrebbe chiudere ma ci sono debiti da saldare con banche e affittuario. Mia moglie ed io non abbiamo proprietà a parte usufrutto della casa in cui viviamo che è intestata a mio figlio dal 2009. Io posseggo una vettura il cui valore sarà di 3 mila euro. Però sono pensionato dello stato. Cosa ci succede se mia moglie chiude attività? Noi vorremmo pagare ma non abbiamo risorse si può. Trovare un accordo? E’. Possibile avere risposta anche in privato? Grazie

    • 20 agosto 2015 - 11:31 | Permalink

      Buongiorno Vincenzo,
      noi rispondiamo sul blog in modo che le risposte siano a disposizione di tutti.

      Non è vero che non avete niente.

      L’usufrutto è pignorabile così come il quinto della pensione qualora ci siano i parametri che lo permettono.

      Suo figlio ha solamente la nuda proprietà.

  • gabriela
    28 agosto 2015 - 16:53 | Permalink

    salve..siamo una famiglia con 3 minoreni in affito in un appartamento pignorato dalla banca da 2013.noi abbiamo contrato di affito 4+4 da 2010 fino 2018 quindi ancora valido…vorei sapere cosa succedera con noi se viene comprato,perche oggi mi hano chemato per dirmi che devono fare la visita con clienti,,,,,perfavore fatemi capire cosa succede con noi se appartamento avra di nuovi proprietari e noi abbiamo ancora valido contrato di affito per circa 2 anni mezzo

    • 3 settembre 2015 - 19:50 | Permalink

      Gentile Gabriela,
      il contratto d’affitto rimane valido fino alla sua naturale scadenza se è stato fatto PRIMA del pignoramento.

      Se invece la procedura ha inviato disdetta, dopo i primi 4 anni, allora il contratto è finito e i nuovi proprietari possono sfrattarvi.

  • Paolo
    25 settembre 2015 - 10:48 | Permalink

    Buongiorno, mia moglie che ha chiuso un’attività lo scorso anno in questo periodo e si è trascinata un debito con un fornitore di 6400 euro. A distanza di un anno ci ha scritto un avvocato chiedendo un saldo di 7750 da pagare entro 7 gg. tra interessi ed onorario. Il passo successivo sono le vie legali. Mia moglie non lavora ma ha l’appartamento intestato ancorchè gravato di ipoteca da parte della banca (debito residuo di 170.000 euro). Il conto bancario è cointestato, viene accreditato il mio stipendio ma soldi non ce ne sono. Io sulla busta paga ho già una cessione del quinto ed un prestito delega. Non siamo in grado di pagare i 7750 euro. Cosa possiamo fare?
    Aiutatemi.
    Grazie

    • 25 settembre 2015 - 13:09 | Permalink

      Gentile Paolo,
      trovato un accordo con il fornitore, anche pagamento rateizzato, altrimenti si attacca alla casa qualora non trovi altro.

      • Paolo
        25 settembre 2015 - 17:45 | Permalink

        Buonasera grazie della risposta. Mi conviene trattare con la ditta direttamente o parlare con il loro avvocato? Potremmo tentare uno sconto sul debito rateizzandolo?
        Grazie

        • 27 settembre 2015 - 15:45 | Permalink

          Dipende se l’avvocato è più aperto nel trattare o meno.
          La rateazione è meglio che niente.

          Se l’avvocato è onesto, invece di far spendere soldi inutili al cliente sapendo che non prenderà niente dal pignoramento dell’appartamento, per via dell’ipoteca, dovrebbe accettare questa soluzione.

  • Gilvania
    16 ottobre 2015 - 17:26 | Permalink

    Me sono separata. Ho una figlia di 8 anni. . Mio ex marito da quando è uscito di casa non paga piu il mutuo. Devo 9 mila euro di mutuo . Sono senza lavoro. Mio Dio como posso fare. Grazie

    • 16 ottobre 2015 - 17:50 | Permalink

      Gentile Gilvania,
      se suo marito non paga il mutuo la casa viene pignorata.

      Purtroppo non ci sono scappatoie.

      Meglio vendere e chiudere i debiti.

  • luca
    22 ottobre 2015 - 10:39 | Permalink

    Salve buongiorno,io sono un lavoratore in cassa integrazione e guadagno 600euro al mese ed ho 2 prestiti ,uno con compass di240euro ,ed uno con agos di190euro fin quando lavoravo a nero riuscivo sempre a pagare tutto,ma da un mese che ho perso quel lavoro e non riesco più a pagare ,inoltre ho una famiglia con un figlio maggiorenne e con i 600 euro che mi da inps a malapena riesco a vivere ,ho anche una casa di proprietà donata dai miei genitori ,in che modo dovrei fare per non perdere la casa???

    • 22 ottobre 2015 - 12:00 | Permalink

      Gentile Luca,
      i genitori sono ancora vivi?

      Se sì, annulli la donazione e la casa ritorna a loro.

      Se non ci sono più, a parte il dispiacere, non esiste modo di avere debiti e pensare di non perdere la casa che diventa l’unico modo per rientrare di soldi prestati.

      Meglio venderla, estinguerli e recuperare liquidità.

      • luca
        22 ottobre 2015 - 15:54 | Permalink

        No i miei genitori non ci sono più ,io potrei venderla a mio figlio o donarla , perché con le finanziare fino a questo mese sono ancora in regola ,vorrei tutelarmela per il futuro visto che dal mese prossimo non potrò più pagare …grazie mille

        • 22 ottobre 2015 - 16:07 | Permalink

          Gentile Luca,
          meglio venderla al giusto prezzo che donarla. Oggi la donazione non è più un atto sicuro per questo tipo di situazione.

          • luca
            22 ottobre 2015 - 16:30 | Permalink

            Al proprio figlio non si può vendere ??

          • 23 ottobre 2015 - 14:03 | Permalink

            Si può anche vendere al figlio, se maggiorenne.

            Il prezzo deve essere congruo e ci deve essere movimentazione di denaro per dimostrare la reale operazione.

            Il discorso che il figlio è comunque una persona vicina e in una situazione sospetta può essere comunque vista come una vendita non regolare.

            Se poi passano i 5 anni, senza conseguenze, allora la vendita si consolida definitivamente.

            Io ti ho messo davanti le opzioni, poi fai tu.

  • paolo
    22 ottobre 2015 - 11:59 | Permalink

    io ho il mutuo intestato mia moglie l’usufrutto dell’abitazione può la banca pignorare il casa €2.500 di arretrati

    • 22 ottobre 2015 - 12:14 | Permalink

      Gentile Paolo,
      la banca non pignora per 2.500 euro. Revoca il mutuo per rate non pagate e pignora per il totale dell’importo.

      • Michela
        8 febbraio 2016 - 15:27 | Permalink

        Dalle risposte che dai in materia di mutuo e banca non dai molte speranze,perché nel sito dici che i problemi di pignoramento sono risolvibili?per farsi comprare il libro e estorcere 60 euro e poi chissà quanti altri soldi?ad esempio, sa che quando si hanno problemi con le finanziarie si può richiedere il saldo e stralcio?secondo me i cailli legali ci sono per aiutare le persone, il problema è che i bravi avvocati costano,nessuno fa niente per niente, non siete così diversi dagli altri

        • 9 febbraio 2016 - 10:42 | Permalink

          Gentile Michela,
          posto questo messaggio in modo da poter rispondere pubblicamente non avendo nulla da nascondere.

          Prima di tutto NON diamo speranze a coloro che rimangono fermi con la falsa speranza che qualcosa può sempre succedere e alla fine si ritrovano a perdere la casa, senza soldi e non avere dove andare. Questo è un fatto.

          Secondo il saldo a stralcio lo conosciamo benissimo ma servono SOLDI CONTANTI per poterlo applicare e la maggior parte delle persone non ha soldi. Ecco perché viene richiesto di vendere l’immobile perché è l’unico bene che può essere convertito in denaro per saldare A STRALCIO i creditori.

          Il libro a 60 euro lo hai visto solo tu.

  • Maria
    24 ottobre 2015 - 23:11 | Permalink

    Buonasera,
    mi sono impelagata con diversi debiti e adesso le rate ammontano a 800 euro mensili prendo 850 euro di stipendio perchè ho anche un quinto dello stipendio, pago 450 euro di affitto e poi le bollette ecc. fino a qualche mese fa sono riuscita a pagare tutto perchè avevo un compagno che mi aiutava, adesso ho già saltato due rate di 350 euro per una finanziaria e altre due rate di 300 per l’altra penso che saltero’ anche questo mese, non riesco piu’ e neanche a sopravvivere. Ho un problema mio padre mi ha lasciato in eredità un immobile dove vive mio fratello dalla nascita posso dare l’usufrutto a lui per evitare che lo pignorino?

    • 26 ottobre 2015 - 17:12 | Permalink

      Gentile Maria,
      tutti gli atti relativi a donazione, fatti in periodi vili e successivi alla data certa di debito, sono soggetti a revocatoria.

      Dare comunque l’usufrutto a suo fratello costa qualche migliaio di euro. Non è un foglio che firmate tra di voi ma un atto notarile.

      Meglio vendere l’immobile e saldare tutti i debiti.

  • rosario
    6 novembre 2015 - 15:36 | Permalink

    Ciao,
    Abito in un condominio di 24 famiglie,
    Un paio di anni fa sie pensato di fare tutta la facciata e tetto che x me significava 14.000€ che sarebbe 11.000 per la mia quota e 3.000 quota morosi!
    Ora fra mutuo e mia moglie che nn lavora sono riuscito a dare all’incirca 10.500!la domanda e posso rifiutare di pagare la quota dei morosi?E possibile diventare moroso per colpa della quota dei morosi(cioè anticipare la quota di chi nn paga).grazie

  • francesco
    14 novembre 2015 - 20:07 | Permalink

    salve, sono socio di maggioranza di uana srl che purtroppo è indebitata con fisco e banche alle quali io e mia moglie abbiamo dato le garanzie.
    alcuni giorni fà le banche ci hanno chiesto il rientro.
    HO SICURAMENTE MOLTI INTERESSI ANATOCISTICI DA RECUPERARE, LE PRIME DUE BANCHE ANALIZZATE E’ RISULTATO CIRCA 300.000, EURO E DEVO ANCORA ANALIZZARE LE ALTRE.
    IL DEBITO VERSO LE BANCHE AMMONTA A CIRCA 700.000,00 EURO
    come posso fare per salvare i miei immobili?
    potrebbe essere utile un vitalizio?
    GRAZIE

    • 15 novembre 2015 - 12:13 | Permalink

      Gentile Francesco,
      ci contatti in privato perché è importante capire quali sono le banche per vedere se ci sono possibilità di recupro per usura.

      Per salvare gli immobili, o si contesta il debito per illeceità o si deve per forza pagare il debito in qualche modo.

      E’ troppo complessa per parlarne attraverso un commento. Meglio sentirci. info@debitizero.com

  • Mara Nasato
    16 novembre 2015 - 14:28 | Permalink

    Buongiorno, ho appena avuto un ingiunzione di pignoramento del mio immobile, ho dieci giorni di tempo per pagare una somma pari a euro 111.000,00. Logicamente non ho tutta questa liquidità. Chiedo se esiste qualche norma di legge per poter salvare l’immobile dal pignoramento rinegoziando il debito. E se per tutto questo mi devo trovare un legale. Vi prego aiutatemi non so più cosa fare

    • 16 novembre 2015 - 14:34 | Permalink

      Buongiorno Mara,
      le mando del materiale via email in modo che può trovare il consiglio migliore per lei.

  • luigi
    20 novembre 2015 - 12:20 | Permalink

    Ciao scusa l’insistenza provo a spiegarmi meglio ,io da circa un anno sono andato dal notaio ad intestarmi la casa di mio padre pagate con le cambiali per evitare interessi delle banche,dopo un anno mio padre si e indebitato con le finanziarie che quasi sicuramente non sta pagando più ,,rischio qualcosa io ???
    VORREI SAPERE COSA POTREI FARE GRAZIE MILLE

    • 20 novembre 2015 - 22:57 | Permalink

      Ciao Luigi,
      il debito con le finanziarie è stato contratto prima o dopo aver ceduto l’immobile.

      Se prima, tuo padre ti ha venduto la casa quando non stava più pagando le rate?

      • luigi
        21 novembre 2015 - 00:16 | Permalink

        Buona serata prima che ho comprato la casa aveva solo una finanziara che pagava regolarmente e che dovrebbe ancora pagare dato che scade nel 2017,pero poi ha fatto altre finanziare e mi sembra che non sta pagando più niente , pero penso che i debiti con le finanziare li ha incominciato ad avere 6o7 mesi dopo la vendita …grazie mille

        • 21 novembre 2015 - 11:43 | Permalink

          Se i debiti con le finanziarie sono stati APERTI dopo la vendita, non dovrebbero esserci rischi.

          • luigi
            21 novembre 2015 - 14:12 | Permalink

            Buongiorno grazie mille ,dimenticavo mio padre ha un sussidip di dissoccupazione di 600 euro al mese posso io oppormi e far prendere i soldi dal suo sussidio ??grazie mille

  • silvia marchionni
    2 dicembre 2015 - 10:28 | Permalink

    Buongiorno, mio marito ha in piedi un fallimento a carico suo come ditta individuale. è tutto in mano a un curatore fallimentare, il problema è che ha una casa in cui vive, un immobile di ca 70 mt che è la sua residenza. ora questa sta per andare all’asta, per altro a 30.ooo € quando lui l’aveva pagata più di 100.000. possono farlo? noi siamo separati e lui non ha altra abitazione? possono poi deprezzare così un immobile? grazie

    • 2 dicembre 2015 - 20:10 | Permalink

      Gentile Silvia,
      il deprezzamento è dato dagli esperimenti d’asta andati a vuoto.

      Si è perfettamente legale.

  • Lorenzo
    4 dicembre 2015 - 17:36 | Permalink

    Mia madre ha debiti per 25000 euro con equitalia e ha un 1/3 di prima casa e 1/3 di seconda casa…io vivo in una di queste con mia moglie che nel frattempo e’ in cinta…equitalia non vuole più rateizare il suo debito ed io ho una tremenda paura di svegliarmi un giorno senza casa…come posso tutelarmi? Avevo pensato alla donazione ma ho visto che è revocabile…

    • 5 dicembre 2015 - 01:36 | Permalink

      Gentile Lorenzo,
      la donazione non è mai la soluzione.

      Purtroppo, tua mamma, avendo una quota su diversi immobili, è aggredibile.

      Però esiste il modo. Contattaci a info@debitizero.com e specifica di dover parlare con William

  • GIROLAMO
    21 gennaio 2016 - 18:16 | Permalink

    SALVE NON PAGO IL MUTUO DA TRE ANNI OGGI MI ANNO COMUNICATO CHE L’ANNO MESSO IN SOFFERENZA COSA POSSO FARE PREMETTO CHE UN APPARTAMENTO CHE AVEVO COMPRATO PER MIA FIGLIA

    • 22 gennaio 2016 - 17:43 | Permalink

      Gentile Girolamo,
      purtroppo se non paga il mutuo pignoreranno l’appartamento. Capisco il suo atto verso sua figlia ma se il debito non viene pagato…

  • Francesco
    4 febbraio 2016 - 09:35 | Permalink

    Salve
    Ho un mutuo cointestato con la mia ex moglie.
    Lei dipende statale non ha mai contributo fino ad oggi è io avendo perso il lavoro non ho più la possibilità di pagare. Cosa succede se continuo a non pagare facendo la premessa che i garanti della casa sono i miei genitori.

    • 4 febbraio 2016 - 12:58 | Permalink

      Gentile Francesco,
      purtroppo a non pagare si va in contro al pignoramento e niente e nessuno può impedirlo se non il pagamento del debito.

      La cosa brutta è che attaccheranno anche i tuoi genitori.

      Meglio vendere la casa ed estinnguere il debito.

  • karram
    11 febbraio 2016 - 15:27 | Permalink

    Save. Ho la casa pignorati da condominio per un credito di 6000euro .la casa e stata valotata dal perito (trai 60000 e 80000) e ho un mutuo da pagare . Non so cosa fare. Grazie

    • 12 febbraio 2016 - 11:03 | Permalink

      Gentile Karram,
      non c’è molto da fare. Bisogna chiudere il debito per estinguere il pignoramento altrimenti la casa viene venduta all’asta e dovrai uscire.

  • franco
    29 febbraio 2016 - 09:57 | Permalink

    Salve Avvocato,
    sono un libero professionista e come tutti i liberi professionisti rischio sempre in prima persona. Ho una assicurazione RCT che mi copre ma le assicurazioni sono obbligatorie ma non sempre efficaci. Vengo al punto: una casa di mia proprieta e sono regolarmente sposato con due figli.
    Non ho mutui aperti e non ho debiti nei confronti di nessuno (privati, equitalia, utenze o multe non pagate.
    Soltanto a scopo puramente preventivo ho pensato di fare la donazione della casa a mia moglie con diritto di abitazione per me stesso, ciò al fine di proteggere l’abitazione da qualche probabile pignoramento che dovesse scaturire da una eventuale richiesta risarcitoria per la mia attività professionale. Sinceramente mi sembra lo strumento piu opportuno. Che ne pensa?

    • 29 febbraio 2016 - 14:21 | Permalink

      Gentile Franco,
      ripeto che non sono avvocato ma abbiamo legali che lavorano con noi.

      A livello preventivo tutto è fattibile perché difficile da prevedere la volontarietà di una distrazione di un bene.

  • Davide
    29 febbraio 2016 - 23:51 | Permalink

    Buonasera!! Scusate il disturbo!!
    Avrei delle domande da porvi.
    Io ho un mutuo cointestato con mia moglie, con garanzia ovviamente la casa.
    Pago la rata ogni 3 mesi, un paio di anni fa rimasi senza lavoro, per fortuna solamente 3 mesi, ma sufficienti per non pagare una rata.
    Ad oggi le pago regolari, ma ho sempre una rata indietro.
    Ora veniamo al punto ho letto della nuova idea del nostro governo, che NON pagando 7 rate regolari ti portano via casa in quattro e quattr’otto!! Vorrei dei chiarimenti più precisi e semmai cosa posso fare??
    Grazie saluti Davide.

    • 1 marzo 2016 - 12:40 | Permalink

      Gentile Davide,
      è solo una proposta di legge al momento.

      Se dovesse passare è per i mutui nuovi e non troverebbe applicazione ai mutui passati perché la clausola delle sette rate non esiste nel suo contratto.

      Poi, in Italia, tutto è possibile.

      • Davide
        3 marzo 2016 - 02:03 | Permalink

        Grazie per la risposta!!
        Molto gentili!! Speriamo che non inventino chissà che cosa!!
        Se è così sono più tranquillo!!
        Saluti Davide.

  • Francesco
    7 marzo 2016 - 14:10 | Permalink

    Salve, mi sono trovato per caso sul vostro sito. Oramai da 7 anni il mio lavoro (fiorente per 13 anni) ha smesso di produrre utili a causa di crediti non pagati dai miei clienti (circa 180000 euro). Ho una srl e come amministratore ho garantito sui prestiti della società (quando tutto “girava”) con l’avallo personale. Oggi mi ritrovo con la casa ed i locali commerciali pignorati a causa del mancato rimborso delle rate dei finanziamenti (cambializzati e non). Nel marzo dello scorso anno ho avuto una istanza di fallimento della società con le relative conseguenze. La cosa strana è che ho saputo del pignoramento della mia abitazione da un conoscente direttore di banca e che nella fase iniziale sono state effettuate ben tre udienze a mia insaputa (hanno pignorato un patrimonio di 320000 euro per soli 5000). Mi dirà, perché non ha pagato i 5000 per risolvere il problema? Semplice; perché a seguito del pignoramento, mi è crollato il mondo addosso con gli attuali 100000 euro da pagare (ivi comprese spese) in seguito alla richiesta di rientro da parte di tutti i finanziamenti. Mi sono rivolto ad un’agenzia per vendere tutti gli immobili ed estinguere cosi tutto la posizione debitoria, ma con il fallimento in corso della società sono preoccupato di una eventuale revocatoria della vendita, sempre che si vendano. Il 50% dei creditori sono anche nel fallimento.
    In che modo potrei utilizzare i vostri servizi professionali per risolvere questo gravoso problema?
    Con osservanza Francesco

    • 7 marzo 2016 - 19:29 | Permalink

      Gentile Francesco,
      quando c’è un fallimento di mezzo è un problema perché si deve avere a che fare con un curatore.

      Non è il solo in Italia a essere pignorato per piccole cifre.

      • Francesco
        8 marzo 2016 - 12:19 | Permalink

        Gentilissimi vi ringrazio per la tempestiva risposta. Con il curatore, che ha capito la situazione, si è giunti ad una pseudo-soluzione; si interverrà chiedendo un concordato fallimentare ed è al corrente della vendita dei miei immobili. Secondo voi è corretto pignorare tutti i beni per un importo cosi basso? Se trovassi gli acquirenti e con l’eventuale concordato, secondo voi riuscirei a stare tranquillo per il futuro lavoro anche all’estero. Poi ho saputo anche dal curatore stesso che, quando interviene il fallimento si va anche nel penale. Il fatto è che non ho preso soldi dall’azienda per farmi le vacanze, semmai è il contrario. Ho garantito per l’azienda con i beni personali ed ho iniettato liquidità quando i crediti da parte dei miei clienti si sono presentati. Con questi gravami, secondo voi, posso investire in una nuova attività all’estero? Un’ultima cosa, Visto che l’abitazione principale è stata donata da mio padre, è possibile secondo voi percorrere la strada della revocatoria della donazione allo stato dei fatti?
        Nella seconda metà di aprile avrei l’udienza di vendita, avete qualche idea per risolvere prima possibile questo problema? Ed evitare ciò che mi duole di più, la pubblicità dei miei beni messi all’asta. Con i miei avvocati non siamo giunti ad una soluzione fattibile al momento. Come dicevo, sono disposto a vendere tutto anche perché è nostra intenzione fare impresa all’estero dove forse ci sono più garanzie.
        Grazie ancora.

  • agostino
    20 aprile 2016 - 17:23 | Permalink

    salve,per caso ho trovato il vostro sito.io avrei nella mia azienda un problema di troppi debiti accumulati negli anni e rateizzati con equitalia a causa di alcuni clienti che negli anni non mi hanno pagato per varie centinai di migliaia di euro(piu di 300000).al momento sono in causa con un cliente che hanno condannato a pagarmi ma non ne vuole sapere..intanto io mi carico di debiti e rateizzazioni a cui ormai non riesco piu a coprirli.se chiudo dovro vendere tutti i mezzi dell’azienda,casa a cui ho messo il mutuo per sperare tempi migliori e mandare a casa piu di 10 operai che lavorano con me da anni .che hanno famiglia.cosa mi consigliate?

    • 26 aprile 2016 - 12:20 | Permalink

      Gentile Agostino,
      difficile adesso consigliare visto che ha già fatto un passo importante.

      Vero è che dopo tutti questi anni di sacrificio si ritrova a vendere tutto.

      Purtroppo in queste situazioni si cerca di uscirne senza farsi troppo male per poi ricominciare migliori di prima.

  • Maria
    25 settembre 2016 - 17:04 | Permalink

    Salve,
    Mi chiedevo nel caso il prezzo di vendita di un immobile all’asta superasse l’ammontare del debito, una volta soddisfatta la banca il resto dei soldi andrebbe all esecutato?

  • Giuseppe
    14 ottobre 2016 - 14:43 | Permalink

    Salve Sono Mario
    Ho un grandissimo problema da 2 mesi è venuto a mancare nostro padre che era amministratore di una ditta di costruzioni edili una snc che ha altri 2 soci e ad oggi ha di proprietà un vecchio garage risalente al 2005
    Il problema che ad oggi siamo venuti a conoscenza che qst snc ha costruito un intero palazzo dove risultano abusive 2 mansarde e che ai due proprietari attuali è stato notificato dal comune un atto in cui entro 2 mesi diverranno di acquisizione del patrimonio del comune e quindi gli attuali proprietari vogliono farci causa per riavere indietro i soldi (visto che la successione non ancora L abbiamo fatta) come potrei risolvere qst problema che mi sta uccidendo e di cui non sono neanche colpevole?!?
    Il notaio mi aveva proposto di rinunciare a L eredità ma facendola stimare vale di più del probabile debito che dovrei risarcire a qst due persone
    Aspetto una vostra notizia

    • 17 ottobre 2016 - 11:48 | Permalink

      Gentile Giuseppe,
      ci contatti direttamente che vediamo cosa fare nello specifico.

      Viene difficile rispondere adeguatamente con un sì o no senza vedere le carte e capire se DAVVERO l’unità immobiliare copre ampiamente il debito.

      Calcoli che se le mansarde vengono prese dal comune, cosa succede all’intero edificio?

      E’ ancora da finire? E’ terminato? Ci sono altri abusi?

      Meglio parlare direttamente: info@debitizero.com

  • Mirco
    11 gennaio 2017 - 18:50 | Permalink

    Buongiorno,
    Io ho stipulato un mutuo in franchi svizzeri con Barclays nel dicembre 2008 di €. 89.000. Negli ultimi 2 anni ho voluto fare una rinegoziazione, ma la Barclays fâ lievitare il residuo da € 70.000 a € 105.000 perché riconverte in chf il tutto. Aggiungo a questo la difficoltâ a pagare il mutuo. Ora stavo valutando di non pagare piū il mutuo x difficoltâ economica ma anche x un senso di ingiustizia. cosa mi succederebbe con la casa? possono aggredirmi lo stipendio ed in quale misura? Questa é la mia prima casa e perderla non mi interessa visto queste condizioni….

    • 12 gennaio 2017 - 15:26 | Permalink

      Gentile Mirco,
      se ti interessa vendere la casa, possiamo aiutarti a chiudere il debito a saldo e stralcio, cioè a meno di ciò che devi.

      In questo modo ti leviamo un peso dalle spalle e obblighiamo la banca ad accontentarsi di meno.

      In questo modo raggiungi l’obbiettivo!.

      Contattami a info@debitizero.com

  • Amine
    9 marzo 2017 - 10:23 | Permalink

    Salve ho diverse situazioni da sanare mi potete contattare grazie

  • claudia Mi
    12 marzo 2017 - 12:13 | Permalink

    Buongiorno,

    la mia casa va all’asta il 4 aprile 2017, abbiamo fatto una proposta alla banca a saldo e stralcio pari a € 100.000€.

    La casa va all ‘asta per euro 81.000 e rotti. Il legale ci ha detto che la banca ha risposto di fare un versamento sul conto del loro notaio i 100.000€ e di aspettare sino al 4 aprile giorno dell’asta.

    Questa cosa ci ha lasciati totalmente spiazzati titubanti e delusi , noi volevamo che la banca bloccasse l’asta ma ha chiesto solo di versare i 100.000€ sul conto del loro notaio cosa che NON intendiamo assolutamente fare considerato che a quel punto rischieremmo solo di trovarci senza soldi casa e con debiti.

    Il mutuo residuo era pari a 165.000€. C’è qualcosa che si può ancora fare ? La casa è intestata a me ma i soldi li metteva il mio convivente. La casa è ingibile da quando loro l hanno periziata nel 2013 parte del tetto è crollato è crollata parte della soletta ed è possibile vedere il cielo piove naturalmente in casa.

    La casa è priva di tutti gli impianti è inagibile versa in condizioni indicibili.

    Potete per cortesia rispondere urgentemente.

    Grazie

  • vincenzo
    12 agosto 2017 - 11:17 | Permalink

    Ho mandato una email a voi per un pignoramento in corso aspetto vostra email o telefonata Grazie

  • claudio
    9 ottobre 2017 - 16:48 | Permalink

    aiuto

  • roberto
    15 novembre 2017 - 11:37 | Permalink

    Salve, ma e’ vero che dopo la quarta asta andata deserta la casa torna al proprietario,perche’ il giudice deve (obbligato)
    a chiudere la pratica?
    HO la casa all’asta da circa 14 anni sono state fatte 20 o 21 aste tutte deserte la casa e’ stata messa in vendita a 35000 euro dopo che e’ uscita la legge decreto banche hanno riniziato le nuove aste e sono ripartiti da 118000 euro
    a febbraio 2018 ci sara’ la sesta asta a 45000 euro andra deserta anche quella cosa devo fare?
    Ho 4 figli a carico (minori) la moglie invalida al 100% con pensione di 280 euro e abbiamo un ise di 8000.Non posso pagare il mio debito.
    Ma questa legge esiste per davvero? o e’ una finta per agevolare le banche? al tribunale di cagliari nulla frega della mia situazione! ripeto cosa posso fare? grazie Roberto

  • silvia staub
    6 dicembre 2017 - 08:05 | Permalink

    buongiorno
    la nostra casa e stata venduto al asta e lo dobbiamo lasciarlo al 2. gennaio 2018, ce possibilità di riprenderlo se adesso abbiamo i soldi a disposizione?
    Grazie Silvia

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *